Parlamento e Libertà: Giacomo Matteotti.

0
219
Tempo di lettura: 2 minuti

di Giuseppe Barbalace

Non “disperato volontario della morte”, non “predestinato al sacrificio “e neppure “martire”, ma difensore della centralità del Parlamento e della Libertà.

Giacomo Matteotti, sequestrato “dalla banda Dumini“ (uno dei più feroci squadristi fiorentini) il 10 giugno 1924 sul Lungotevere Flaminio, a Roma, dal 1922 è segretario politico del Partito Socialista Unitario , nato dopo la fondazione del PC d’I a Livorno. Il PSU raggruppa l’ala storica riformista dell’antico Partito Socialista Italiano. L’ala massimalista del PSI conserva l’originaria denominazione ed ha come segretario Tito Oro Nobili, deputato e sindaco di Terni. Con le elezioni politiche generali del1924 Matteotti viene confermato a Montecitorio sia nel Polesine e, per la prima volta, anche nel Lazio.

Balbo (coordinatore militare dello squadrismo insieme a Michelino Bianchi) nel libro autografo dal titolo 1922 descrive gli incendi, le devastazioni, gli omicidi dei Fasci di Combattimento, “associazione a delinquere“ (testuale dichiarazione di Mussolini nel “discorso del bivacco“ ) . I camions – già citati da Renzo De Felice – sono alla base della mobilità delle squadre. In seguito, Balbo si trasforma in “transvolatore “e sfila sotto l’Arco di Costantino.

Intervenendo nel dibattito parlamentare Matteotti richiama l’ attenzione del Paese su almeno tra aspetti della dittatura fascista : falso nei bilanci dello Stato, violenze e brogli elettorali , “ vergognose concussioni “ nella Convenzione del 29 aprile 1924  stipulata tra il Ministero della ‘ Economia Nazionale e la statunitense Sinclair Exploration Oil : ovvero, oltre centomila ettari di cospicui giacimenti di gas e petrolio , in Emilia e Sicilia , consegnati ad una Società  straniera senza alcuna garanzia . In merito, la rivista English Life, luglio 1924, pubblica Machiavelli, Mussolini e il fascismo, articolo postumo di Matteotti : cfr . Archivio di Stato di Roma, Fondo Matteotti, volume quinto, nonché Disegni e Progetti di Legge, Incarti delle Commissioni Parlamentari, Camera dei Deputati, Legislatura XXVII, 1924 -1929, volumi 1098 e 1099 . Nella tornata parlamentare del 30 maggio 1924, mentre Matteotti documenta irregolarità nelle elezioni e i fascisti lo interrompono continuamente, l’allora Presidente della Camera, Enrico De Nicola, si rivolge al deputato socialista esortandolo ad essere “prudente“. De Nicola sarà l’estensore dell’“artificio giuridico “della Luogotenenza per salvare la monarchia e , poi , Capo Provvisorio dello Stato .

Molteplici le pubblicazioni a stampa in occasione del centenario dell’assassinio di Matteotti e molteplici iniziative culturali che culmineranno con l’intervento del Presidente della Repubblica il prossimo 10 giugno 2024. Da segnalare, in lingua inglese, Giacomo Matteotti. Ritratto per immagini, a cura di Stefano Caretti e Maurizio Degl’Innocenti, University Press, Pisa , 2023 .  I curatori sono tra i promotori della Fondazione di Studi Storici Filippo Turati di Firenze. Quattrocento straordinarie immagini per non dimenticare.


Giuseppe Barbalace già docente Univ. Studi Roma Tre , Storia dei movimenti e dei partiti politici e Storia della città e del territorio. Pubblicazioni a stampa : Riforme e governo municipale a Roma in età giolittiana , Liguori Editore, e Adriano Olivetti . Movimenti politici, partiti , partitocrazia(1945-1955),  Cangemi Editore .
Fotografia (dal sito della Casa-Museo Giacomo Matteotti), Sitografia e Filmografia a cura del referente del Blog.


Bibliografia
Giacomo Matteotti. Ritratto per immagini, a cura di Stefano Caretti e Maurizio Degl’Innocenti, University Press, Pisa , 2023

Sitografia (ultima visita 5 aprile 2024)
Casa-Museo Giacomo Matteotti [collegati]

Filmografia
Giacomo Matteotti, la casa museo e il pensiero libero (e digitalizzato). Univ. di Padova. Dur. 9’20”, col.

Views: 60

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui