1° CANTI DELLA OSOPPO NATI NELLA BUFERA | Associazione Partigiani Osoppo-Friuli

334
UDINE – ROMA
Per concessione d’uso da parte della Associazione Partigiani Osoppo-Friuli ascoltiamo i Canti della “Osoppo” nati nella bufera.

Nati all’ombra delle baile quando la montagna si vestiva tutta di silenzio sbocciati sui fienili delle malghe allorchè lucidando il mitra o pulendo il bren si parlava di ponti da far saltare, di ferrovie da interrompere, di munizioni preziose come il pane, di lanci notturni, di compagni in azione, o si attendeva, per il rancio magrissimo, il sacco delle patate trasportato dal mulo che pareva non dovesse ‘mai arrivare; cresciuti un po’ per giorno tra le roccie delle postazioni che guardavano le strade dove il nemico poteva giungere da un momento all’altro con la sua offesa micidiale, questi “ CANTI NELLA BUFERA, sono il disadorno poema della nostra vita di patrioti e l’espressione genuina della nostra fede.

Introduce
Roberto Tirelli

Testi introduttivi dei Canti letti da
Fabrizia Cargello

Coordinatore dell’Opera
Giovanni Cuberli

Corale CHEI DAI SPARCS di Tavagnacco
Corale LA VIARTE di Pagnacco
Quartetto ACHILLE TELLINI di Chiopris Viscone
Corale CANTORI DEL FRIULI

Musiche con licenza d’uso Epidemic Sound

GIANO PUBLIC HISTORY APS
afferente al Centro interuniversitario per la ricerca e lo sviluppo della Public History
Sostienici con il 5×1000 : CF 97901110581